Giorno: 9 Maggio 2019

Trasferimento radiofonico di desideri e dediche

No Comments
Trasferimento radiofonico di desideri e dediche

Trasferimento radiofonico di desideri e dedicheLe mie avventure con la Radio sono iniziate nell’ottobre 1990. E ‘ stato allora che ho costruito un semplice trasmettitore FM con una potenza di 1 In e ha cominciato a trasmettere la musica. Ho ricevuto richieste per il trasferimento di desideri e dediche, così ho deciso di costruire un mixer e iniziare a trasmettere regolarmente. Potrei ascoltare ogni notte dalle 19h: 00 sulla frequenza 73,03 MHz, cioè da qualche parte alla fine della scala, poi ancora il vecchio VHF. Nei fine settimana e nei giorni festivi, il programma è stato trasmesso più a lungo. Oltre ai desideri e alle dediche, ho trasmesso un semplice messaggio, trasmesso, realizzato in collaborazione con studenti e ospiti, e la registrazione per collezionisti. Sabato sera, ho presentato una lista di successi. In Radio regnava principalmente musica disco, Euro Disco, Italio Disco, Disco Polo, danza e Pop. Inoltre, i miei colleghi Peter e Paul di tanto in tanto mi hanno aiutato a radio. Il programma trasmesso era da casa mia e le trasmissioni sono state ricevute in un raggio di circa 5 chilometri. La popolarità della radio era enorme perché in quei giorni non c’era Internet e l’offerta di programmi radiofonici e TV era molto modesta. Ho ricevuto molte lettere perché non avevo altri contatti con gli ascoltatori. Considerando le bande di Ottoni al Pcimiu day il 14 giugno 1992, abbiamo chiesto un’intervista con il Sindaco del Comune di Pcimiu.

Sono molto sorpreso che esista una radio del genere.

Sono molto sorpreso che esista una radio del genere.Che non aveva mai sentito prima. A Vuit è piaciuta molto l’idea della radio comunale e ci ha offerto di trasferirci al centro di Pcimia. La radio di Casa Mia, ha completato le sue attività il 26 luglio 1992 per preparare le attrezzature per la nuova sede. Nel centro culturale abbiamo una stanza e abbiamo iniziato a muoverci. Ho portato con me un trasmettitore in un nuovo caso e un’antenna trasmittente. Abbiamo installato un nuovo antenna sull’edificio, portato con ruote agricole e abbiamo allestito un nuovo Studio. Alcune apparecchiature come mixer, registratori, CD e microfoni provenivano da GOK-u. La trasmissione regolare è iniziata il 21 settembre 1992. Il programma radiofonico è iniziato alle 18: 00 ed è durato fino alle 22: 00, e nei fine settimana fino alle 23:00. Dopo il segnale radio, L’assemblaggio dei desideri per solenizantów, circa h 18: 10 è stato il primo servizio di notizie nel paese e il mondo ripetuto fino alle 19:00 e 21:00, e via. 18: 20 e 19: 20 fornito Servizio locale. Circa h 20: 00 ogni giorno trasmesso erano messaggi, strade, meteo, così come fatti interessanti dal mondo automobilistico. Alle 18: 30 tutti i giorni il romanzo è stato visto, e alle 19:30 Una favola per bambini. Circa h 20: 10 è stato dato un fornello la sera. Il venerdì alle 20: 10 ore è stata presentata una lista di visite, e sabato sera alle 19:45 il programma è stato guidato dal prete, vicario della Parrocchia di Pcimskiej.

Oltre ai numerosi concorsi che godono di grande popolarità presentato desideri da concerto

oltre ai resoconti della sessione comunale e degli eventi locali. Prima della fine del programma leggiamo poesie. In Studio avevamo una linea fissa, che ci ha reso più facile contattare il pubblico, soprattutto durante le competizioni. Alla Radio, ogni Pcim ha svolto il suo ruolo. Sono stato responsabile dell’installazione dell’intero programma, della manutenzione dell’attrezzatura e del funzionamento del programma. Christina Yasevich (ora mia moglie) leggere siti di notizie, ha contribuito a tenere concorsi e programmi di intrattenimento e leggere poesie alla separazione. Pavel Solovey ha preparato i siti di notizie del paese e del mondo, così come quelli locali. Zbigniew di Komarov ha lavorato alla preparazione delle offerte. Kate horn e Agnieszka Godawa hanno letto il romanzo e le fiabe. Anche i fratelli Agnes-Vsevolod e Grigory (attualmente sacerdoti) hanno partecipato attivamente alla Radio. Dopo un mese di trasmissioni, abbiamo creato un secondo gruppo: Marek Kozak, Hz Dziadkowiec e Martin Orszulak che ha condotto il programma due volte a settimana. La popolarità della radio era enorme, e forte su di noi non era solo nei giornali, radio e TV, ma anche nel governo ha detto che Pcim ha una propria radio.

Oltre ai numerosi concorsi che godono di grande popolarità presentato desideri da concertoA quel tempo non c’era nessuna legge sulle trasmissioni radiofoniche, quindi la nostra radio ha agito come un pirata. La Radio non sopravvisse, però, per troppo tempo, perché il giorno di Natale, 25 dicembre, a causa di malintesi con la gestione del Comune di Pcim e a causa di non fornire sovvenzioni alla radio, abbiamo deciso di abbandonare il programma. Il Comune di PCIM non si arrese e ordinò un trasmettitore più potente e riunì una nuova redazione. La nuova Radio è già iniziata senza di noi dopo il nuovo anno, ma a causa della sua bassa capacità uditiva è esistita per brevissimo tempo. Stavo trasmettendo il programma da casa mia per un po ‘ di tempo, ma più tardi, quando era già senza concessione, la radio proibita fermò le sue attività. Poi ho iniziato l’avventura con Radio CB e ora come vediamo con segno sq9tm. Alla fine del 2016 è apparsa di nuovo la Radio, riportando sulla pagina di RadioPolska.

Marek Yasevich

Quiz con Radio:

– durante la nostra attività ci sono diversi nomi di radio: Radio, Radio Malone Pcim e dopo il completamento dell’attività-Radio, dopo un po ‘ fornito, sotto il nome-Radio omega.

– lo schema del trasmettitore basato su due transistor BD 135 1 V ricevuto nel 1990 dal mio amico di scuola, e l’ha ricevuto da un amico. Nonostante la sua bassa potenza, aveva una buona portata.

– post mixer in compensato con una taglia di 42 x 26 cm realizzato da un falegname locale, un collega della scuola elementare Janek Chaffinch. Era ricoperto di verde chiaro con impiallacciatura perche ‘ e ‘ l’unico colore che abbiamo. Durante tutte le attività della Radio è stato aggiornato. Dietro c’erano ingressi e uscite DIN, presa 220 V e presa d’antenna per il trasmettitore. In cima a cinque potenziometri (Microfono, Ingresso 1 e 2 per registratori a nastro, regolazione tono e livello di uscita), interruttori, una linea di diodi e un orologio. Anteriore 2 uscite cuffie e un potenziometro di controllo del volume. All’interno era un semplice mixer a tre canali basato su transistor BC 109, alimentatore, Amplificatore Per Cuffie, chip per linee led, Potenziometri e trasmettitore insieme al proprio alimentatore.

Tutte le attrezzature da Studio che tengo ad oggi. E ‘ interessante, lo fanno tutti !

Dopo essersi trasferito nel 1992. per il trasmettitore modello GOK-u era in una cassa separata, e il mixer non è più utilizzato la persona che è il trasmettitore e il mixer era mono (avevo uno schema per il trasmettitore allo stereo). per la riproduzione musicale ho usato un registratore Fugison AK 25 che poteva suonare contemporaneamente con due cassette, il che facilita la miscelazione dei dischi. Utile usato radiomagnetofonu Emilia RM 407 che ha servito anche per i rapporti di tiro e con radyjek portable R 124.

– il microfono DELL’originale MDU 68 E MD 268 ha usato solo la custodia. L’attrezzo sta inserendo un microfono condensatore 55 MEO estratto da radiomagnetofonu Kasprzak. La qualità e la sensibilità, lei con lui molte corse.

– in Studio avevo più di 600 cassette, più della metà erano originali, e il resto è stato registrato dalla radio o copiato da altre cassette. Ho tenuto tutto fino ad oggi !

– Ho ricevuto un sacco di lettere principalmente con specialità e offerte alla cartella, ma anche tale amore. Soprattutto mi ricordo di Yvonne, Magda, Justine, al o Dorota. Queste lettere mi hanno davvero ispirato e mi hanno incoraggiato ad avere ancora più entusiasmo per fare la radio, pensando che per chi trasmettere. Naturalmente, tutte le lettere e il materiale radio che ho conservato fino ad oggi !

– per la nuova sede radio a GOK-u (circa 4 km) abbiamo guidato una bicicletta, a volte uno per tre !

 

Categories: Articolo